Halloween.it home
AddThis Social Bookmark Button :::
COSTUMI DI HALLOWEEN MASCHERE DECORAZIONI DI HALLOWEEN RACCONTI DELL'ORRORE MENU DI HALLOWEEN GRATIS PER TE

Vampiri racconto del terrore di Sara & Anna

Era una notte di tenebre, il vento ululava, la pioggia scrosciava sul tetto e scendeva dalle grondaie sul terreno con un tonfo spettrale.


Sulla terra bagnata delle orme; più avanti un’ombra: un uomo, no… un vampiro…
Era avvolto in un mantello nero inzuppato d’acqua.


Da sotto il cappuccio spuntavano due occhi rossi iniettati di sangue.


Non sapeva dove andare, conosceva solo la sete, sete che solo il sangue poteva placare.


Trascinava i suoi piedi come fossero massi sul fango cercando una vittima innocente da prosciugare.


L’aveva trovata, era davanti a una casa isolata, nascosta da alberi: nessuno avrebbe sentito l’urlo disperato di quell’anima colpita dal demonio.


I suoi occhi si illuminarono, si incendiarono fino a diventare palle rosse di fuoco: aveva sentito l’odore del sangue scorrere nelle vene della sua vittima.


In quel momento sentì il suono di una campana lontana: era scoccata l’ora della morte, mezzanotte.


I suoi passi si fecero sempre più leggeri quasi fosse resuscitato al solo vedere la sua prossima preda.


Si avvicinò alla porta e vi appoggiò l’orecchio pallido, chiuse gli occhi, trattenne il fiato: nella casa regnava il silenzio assoluto.


Appoggiò la mano scheletrica sul pomello; lo cinse con le lunghe e magre dita e lo girò.
Trovò con stupore che la porta era aperta; scricchiolò come da tradizione e la richiuse lasciandosi la pioggia alle spalle.


Il buio regnava padrone ma al piano di sopra c’era una luce accesa.


Rapidamente salì le scale con passi felpati come quelli di un ghepardo.


Il corridoio del piano superiore era breve: pochi passi e vide il corpo inerte disteso sul letto.


Con l’agilità di un gatto e la furia di un leone attaccò i suoi canini al collo della vittima.


Non un urlo squarciò il silenzio tenebroso della notte, solo il battito ritmico della pioggia sulle finestre.


Solo in un attimo un’anima si è dannata e ora due ombre camminano sotto la pioggia trascinando i piedi come massi nel fango, in cerca di nuove prede che possano placare la loro sete.


Stai attento: l’ora della morte potrebbe suonare anche per te!!!

TORNA ALL'INDICE DEI RACCONTI

 

Linkaci con questo banner!
banner.gif

 

COSE SIMPATICHE GRATIS!AGGIUNGICI AI TUOI PREFERITITORNA AD INIZIO PAGINA

Tutti i contenuti © 2000-2009 Halloween.it & IM
La riproduzione anche parziale del materiale senza previo consenso è vietata

EmediateAd